Ma-to-toh-pe.
Dalle parole in lingua nativa: ma-to (orso) e to-pe (quattro).

Questo era il nome in lingua nativa con cui era da tutti conosciuto il secondo Capo della tribù Mandan: “Quattro Orsi” (Four Bears, appunto, in lingua inglese).

La cosa più interessante è forse, ma come ottenne quel nome?

Per gli indiani, una persona potrebbe avere diversi nomi.

Un nome che potrebbe essere dato alla nascita, quando si diventa giovani, quando ci si distingue in qualche modo nella tribù oppure prendendo successivamente un nome nuovo.

“Quattro Orsi” si guadagnò il suo di nome dopo aver caricato come grande guerriero la tribù nemica Assiniboine durante un’intensa battaglia, con quella che gli venne definita come la forza di quattro orsi insieme!

La sua generosità ed il suo coraggio molto apprezzato nelle battaglie valsero al Capo Mandan Quattro Orsi il rispetto del popolo Mandan, che fino ad oggi onora la sua memoria con grande orgoglio.

La sua storia ci è ben raccontata e tramandata al meglio al Three Affiliated Tribes Museum di New Town, la più grande città della riserva indiana di Fort Berthold, attraversata dall’epico Missouri River, a poca distanza dal Lago Sakakawea.

Questo incredibile museo (che si trova ubicato vicino al Four Bears Casino and Lodge ed al Four Bears Park, poco prima dell’inizio del Four Bears Memorial Bridge) funge da centro per mostrare e preservare la storia e la cultura dei popoli nativi Mandan, Hidatsa e Arikara (spesso abbreviati in MHA Nation).

Una delle principali domande che la gente si fa è appunto, perché qui tutto intorno si chiama Four Bears?
Cos’era e soprattutto Chi era quindi “Quattro Orsi”?

Potreste restare sorpresi nell’apprendere che vi furono in realtà ben due Capi Quattro Orsi, o comunque due famosi guerrieri Quattro Orsi.

Vi fu un Quattro Orsi della tribù Mandan ed anche un Quattro Orsi della tribù Hidatsa.
Vissero in momenti diversi della storia, ed il Capo Mandan Quattro Orsi fu il primo dei due.

La ragione per cui il Quattro Orsi dei Mandan è così venerato è dovuta alla sua reputazione di essere stato un grande guerriero e per avere difeso con forza il resto della sua tribù dai nemici e dalle persone che avrebbero cercato di danneggiarli.

Mentre il Quattro Orsi degli Hidatsa è invece più noto per essere stato un grande leader ed anche negoziatore all’incontro per il Trattato di Fort Laramie nel 1851.

La vita del Capo Mandan Quattro Orsi iniziò probabilmente intorno al 1800.
Al momento della sua nascita, c’era già un enorme cambiamento nella società del Popolo Mandan.

Prima di allora, essi vivevano una vita abbastanza sedentaria e tranquilla lungo il fiume Missouri, con una struttura sociale molto sviluppata.

Erano principalmente contadini, piantavano enormi raccolti e vivevano stabilmente in villaggi di rifugi di terra (che oggi chiamiamo comunemente Earth lodges).

Edifici semi-sotterranei, ricoperti parzialmente o completamente di terra, di costruzione prevalentemente circolare con un tetto a cupola, spesso con un foro per il fumo centrale o leggermente sfalsato all’apice della cupola.

Queste “logge di terra” rappresentavano la più tipica abitazione nella cultura dei nativi americani Mandan, Hidatsa e Arikara.

In quel periodo, l’afflusso degli europei iniziò ad avere un impatto su Quattro Orsi e sulla sua gente.
Egli vide molti cambiamenti tutti insieme.
Alla venuta dell’uomo bianco, vide anche le angherie contro i Sioux.

Ma fu allora che iniziò anche la guerra tra alcune delle tribù che risiedevano nelle Grandi Pianure.
Tutti avevano alleati e tutti avevano nemici.

L’eredità di Quattro Orsi lo riconosce ora come guerriero molto illustre ed estremo protettore delle persone e del villaggio in cui egli viveva.

Ma fu definito e notato al tempo stesso anche per la sua inaspettata simpatia.
Quando l’uomo bianco arrivò per la prima volta, egli si dimostrò molto ospitale e molto accogliente.

Nel giugno 1837, successe che una barca con uomini bianchi stava risalendo il fiume, con a bordo un loro uomo malato.

Venne lasciato al villaggio dei Mandan, dicendo che lo avrebbero ripreso sulla via del ritorno.
Purtroppo, egli aveva però contratto il contagioso vaiolo.

Al Popolo Mandan fu consigliato di lasciare i loro villaggi, per superare questa epidemia e per superare questo virus, praticamente al tempo quasi sconosciuto.
Ma essi non potevano, perché avevano villaggi permanenti, avevano giardini, avevano campi da curare.

Così, decisero di rimanere, e questa si dimostrò probabilmente la cosa peggiore che avrebbero potuto fare.
Perché, per come erano costruiti e concepiti, gli Earth lodges non erano alloggi favorevoli per sbarazzarsi del maledetto virus del vaiolo.

Quindi, come risultato, quasi l’intera popolazione del Popolo Mandan, tra di loro anche Quattro Orsi, perì in quella terribile epidemia.

Poco prima, ci fu un suo discorso, che sembrò una specie di discorso d’addio, in cui egli disse:

“Sono sempre stato amico dell’uomo bianco, lo abbiamo accolto, gli abbiamo dato da mangiare, gli abbiamo dato alloggio, e guardate cosa ci ha fatto”.

Nel 1832 vi furono due pittori molto importanti, lo statunitense George Catlin e lo svizzero naturalizzato francese Karl Bodmer, che contribuirono con la loro arte alla diffusione dell’immagine dei veri Indiani nativi d’America.

Karl Bodmer, che era accompagnato dall’esploratore etnologo tedesco Prince Maximilian di Wied, fece molti schizzi e dipinti durante questo viaggio.

George Catlin, tornato dalla Costa Est, era anche egli molto interessato a fare schizzi di persone indiane prima che potessero scomparire.

Sia George Catlin che Karl Bodmer realizzarono molti schizzi d’artista e ritratti di Quattro Orsi, che divenne così il soggetto preferito da questi due famosi artisti.

I dipinti di Quattro Orsi, molto ben fatti, sono custoditi ed esposti al Three Affiliated Tribes Museum di New Town.

Ma Catlin e Bodmer fecero soltanto i ritratti al Quattro Orsi della tribù Mandan.

Il Quattro Orsi della tribù Hidatsa sarebbe stato forse troppo giovane, o comunque ancora bambino, e quindi non si ha alcuna immagine del secondo così come la abbiamo ben evidente del primo.

Catlin incontrò per la prima volta il Capo Mandan Quattro Orsi nel 1832, ed il reciproco fascino fu quasi istantaneo.

Dopo essersi stabilito a Fort Union, vicino all’attuale Williston, Catlin viaggiò lungo il fiume Missouri fino a Fort Clark, situato tra quelle che oggi sono le città di Washburn e Stanton.

L’artista descrisse Quattro Orsi con parole come:
“l’uomo più straordinario che vive in questi giorni nell’atmosfera di un nobile della natura, un guerriero di mente elevata e galante, nonché un gentiluomo educato e raffinato”.

Per molti nativi della tribù, il Capo Mandan Quattro Orsi significa un momento importante in cui il popolo Mandan era probabilmente al suo apice nella storia.

Idealmente, egli rappresentava, e rappresenta forse tuttora, quel tipo di società perduta che molti cercano di riacquisire.

La ragione per cui oggi ritengo importante ricordare Quattro Orsi è per avere una piena comprensione della storia americana dalle prospettive tribali.

Per capire bene perché i Mandan sono qui oggi ed il loro significato, dobbiamo andare a fondo indietro e vedere il loro percorso, guardare e scoprire davvero il viaggio nel tempo.

Apprendere da persone dal vivo che anche qui in North Dakota raccontano cosa è successo alla loro gente in passato, è per me una parte importante per assimilare e condividere al meglio la cultura dei veri nativi d’America!

Venite a scoprire insieme a me
il potere di “Four Bears”, il più famoso Capo Mandan in North Dakota,
e la storia dei popoli nativi Mandan, Hidatsa e Arikara …
al Three Affiliated Tribes Museum di New Town,
nel Grande West Americano!

Vi invito a seguirmi e ascoltarmi fino alla fine dei miei tanti racconti:
Attraverso lo storytelling delle mie molteplici esperienze!

– Maurizio –

#CastleDreamsGETAWAYS

#BEbyMaurizioDiBella

Earth lodges dei nativi americani

Cerimonia all’interno di un Earth lodge

Escursioni a cavallo nella MHA Nation

#CastleDreamsGETAWAYS

Video consigliato

Three Affiliated Tribes Museum; New Town ND

error: Content is protected !!